Come costruire un mostro a quattro occhi

12/05/2009

Four Eyed Monster è un film a sfondo autobiografico di Susan Buice e Arin Crumley e racconta il travaglio della loro storia d’amore.

Il film è stato realizzato nel 2005 e ha ufficialmente debuttato nello stesso anno al Slamdance Film Fastival, il contraltare “really indipendent” del Sundance.

Questo è il video della storia di come un piccolo film può conquistarsi un pubblico inaspettato grazie al Web.

Qui la stessa storia, in breve. Per chi non avesse voglia di vedersi i video, ecco la cronaca di come sono andate le cose (più o meno).

Dopo il debutto al Slamdance, Susan e Arin raccoglievano incoraggianti apprezzamenti da pubblico e critica. Durante le presentazioni del film, i due continuavano a video-documentare il loro successo, i loro rapporti interpersonali e l’immancabile frustrazione per la mancata distribuzione del film.

Nello stesso anno la Apple annunciava l’uscita del nuovo modello di iPod in grado di leggere anche file video.

I due filmaker colsero l’occasione per lanciare subito un video podcast con il quale raccontare il loro progetto, la tourné per i festival di tutta America e la solita delusione per l’assenza di un distributore interessato al film.

Gli otto episodi del podcast ottennero un successo inaspettato che fece crescere in modo esponenziale i fan di Four Eyed Monster e la voglia di vedere il film.

Nel frattempo continuava anche la ricerca di sale cinematografiche dove programmare il film: attraverso Google Map, Susan e Arin crearono una love map con la quale riuscirono a convincere diversi esercenti a proiettare il loro film solo grazie alle numerose aspettative dei fan registrate su una mappa virtuale. Il film venne proiettato per quattro giovedì consecutivi ottenendo un totale di 1691 spettatori.

Nel 2007 il film venne distribuito gratuitamente su YouTube per una settimana, ma il successo fu tale che la programmazione venne prolungata di un circa mese.

Grazie al prezioso lavoro di passa porola costruito sul Web, finalmente i due filmaker ottennero un accordo con Spout per la distribuzione on line del film: un dollaro per ogni sign up. E con questo contratto riuscirono a ripagare parte (40,000 $) delle spese sostenute (100,000 $) per la produzione e la promozione del film.

Contemporaneamente, iniziava anche la distribuzione della versione in DVD su diverse piattaforme tra cui Neoflix e B-side.

Ecco la trama del film e la ricezione critica.

La storia distributiva di Four Eyed Monster è molto più articolata e complessa di quanto raccontato qui: per saperne di più, sul sito dedicato al film, i due filmaker hanno racolto i podcast, i video delle conferenze dove hanno presentato il loro “mostro” e tutti i trucchi e i suggerimenti per passare dal podcast alla sala cinematografica senza dimenticare il merchandising.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: