A volte si ricicla. Della serialità sul Web So1Eo4

08/12/2009

Nelle puntate precedenti tutto è filato liscio come l’olio: forme seriali nate per la Rete, più o meno note e insolite, ma tutte caratterizzate da modelli produttivi piuttosto tradizionali; una sceneggiatura, una trouppe, un po’ di soldi per finanziare l’impresa e il tutto distribuito sul Web. Questa volta le cose si complicano, o meglio si riciclano: abbiamo trovato per voi alcuni esempi di serialità fuori dagli schemi (creativi e produttivi).

*WEB SERIES S01E04*

Per il ciclo “Su Internet non si butta via niente”, andrà ora in onda Read My Lips serie ideata da Johan Söderberg, regista e montatore svedese che ha fatto del mashup uno stile, una missione, una fortuna; ha mescolato di tutto: dai video di Madonna, di cui ha curato il montaggio di diversi videoclip, ai film di repertorio. Read My Lips è una serie di otto episodi tutti basati sul modello del lip-sync editing (vedi Tony Blair canta Should I Stay or Should I Go). In pratica, qualcuno si esibisce sulle note di un brano musicale che non ha mai cantato. L’episodio più noto della serie è sicuramente l’inedito duetto composto da George W. Bush e Tony Blair (sì, ancora lui) che armonizzano sulle note di Endless Love, ma l’episodio con Osama Bin Laden che canta It Wasn’t Me non è niente male. Da vedere assolutamente sul sito di SoderbergTv: vìola qualsiasi convenzione sull’usabilità, ma vale il prezzo del biglietto.

A seguire, la serie più open mai vista su questi schermi: si parla un po’ di tutto, di politica e di mode del momento, ha una location aperta in ogni città italiana ed è l’unica web series in cui recita anche il Papa (nel ruolo di se stesso). No worries, non è la rubrica “Costume e società” del TG2, ma è la serie, in continuo divenire, che prende spunto dal tormentone di qualche anno fa Milano is burnig di D.J. Frangetta: la matrice musica tamarra + voce mettallica che ripete luoghi comuni, si è auto riprodotta in modo spontaneo dando origine a uno vero e proprio fenomeno seriale creato dal basso. Chiunque può agungere un episodio riutilizzando il modello di partenza.
Se nel caso di Read My Lips il gesto di trasfmorare materiale presistente è ancora legato a un’unica figura creativa che incrina la sua autorialità attraverso il recupero di altri prodotti, nel caso della serie …is burning la figura dell’autore scompare e rimane solo la matrice come garante della continuità seriale.
Episodi di …is burning imperdibili: Bologna is burning Dams series, Vaticano is burning e Papi is burning. Vi auguriamo buona visione con Italo indie is burning e vi diamo appuntamento alla prossima puntata.

To be continued…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: